(ANSA) – VENEZIA, 28 OTT – Contro il Dpcm che limita gli orari di lavoro protesta pacifica, oggi, anche in campo Santo Stefano a Venezia con un sit-in durante il quale operatori di vari settori commerciali si sono seduti con gambe incrociate sul selciato mostrando cartelli che indicavano i danni economici della scelta governativa.
    La manifestazione è stat organizzata da Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi) e Confcommercio, con l’appoggio nella città lagunare di Aepe (Associazione esercenti pubblici esercizi) e Anbc (Associazione nazionale banqueting & catering).
    “Mi auguro che il governo vi ascolti, che venga compreso il valore della manifestazione e che questo messaggio arrivi a destinazione; hanno messo in ginocchio la nazione, se sono davvero democratici devono capire, ascoltare e fare un passo indietro – ha detto l’assessore al Commercio del Comune di Venezia, Sebastiano Costalonga – . Non si muore solo di Covid, moriremo di fame. I ristoratori hanno fatto di tutto per organizzarsi nel rispetto delle norme, ora tutto questo investimento non può cadere nel vuoto”. (ANSA).
   

L’articolo originale lo trovi cliccando qui