(ANSA) – VERONA, 25 GEN – Sui monti Lessini nel veronese una trentina di lupi, divisi in tre branchi, hanno predato 185 capi, in 134 attacchi, 59 dei quali all’interno dell’area protetta del Parco.E’ quanto emerge dal report del’Ente Parco Naturale Regionale della Lessinia che presenta i dati sulla consistenza e distribuzione del lupo e sull’entità delle predazioni accertate a carico del patrimonio zootecnico nella Lessinia veronese per il 2022. I dati sono acquisiti grazie all’attività di monitoraggio della specie effettuata dal Capo Guardia parco, dai Carabinieri forestali di Bosco Chiesanuova e di Tregnago e dal Corpo di Polizia provinciale della Provincia di Verona. Nel 2022 è stata accertata la presenza di 3 branchi di lupi: quello storico costituitosi nel 2013 con la coppia Alfa formata da Slavc e Giulietta “Branco Lessinia”, quest’ultima non più rilevata da fine2021 e quindi ritenuta scomparsa e sostituita nel ruolo di femmina Alfa; quello sorto nel 2020 nella Lessinia orientale “Branco LessiniaOrientale”; ed un nuovo branco denominato “Foresta di Giazza”. I branchi sono così composti: 11 lupi per il Branco “Lessinia” (6 adulti e 5 giovani), 11 lupi per il Branco “Lessinia Orientale” (5 adulti e 6 giovani) e 9 lupi per il Branco “Foresta di Giazza”. (ANSA).
   

L’articolo originale lo trovi cliccando qui